Lettori fissi

Cerca nel blog

venerdì 27 gennaio 2012

In Memoria Della Shoah - 27 /01/'12


Ciao ragazze anche qeust'anno pubblico lo stesso post perchè purtroppo i numeri sono gli stessi e rappresenta quello che penso di questa follia.

5,6–6,1 milioni di ebrei
3,5–6 milioni di civili Slavi
2,5–4 milioni di prigionieri di guerra
1–1,5 milioni di dissidenti politici
200.000–800.000 tra Rom e Sinti
200.000–300.000 portatori di handicap
10.000–250.000 omosessuali
2.000 Testimoni di Geova

Totale: fra i 13 e i 19 milioni di persone uccise e cremate nell'arco di quattro anni, per una media di 11.000 persone uccise e cremate ogni giorno.


Il 27 gennaio 1945 vennero abbattuti i cancelli di Auschwitz. Simbolicamente in questa data è stato istituito il Giorno della Memoria, in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti. 

Così recita il testo dell’articolo 1 della legge n 211 del 20 luglio 2000 in memoria di chi ha subito la deportazione, la prigionia e la morte all’interno dei campi di concentramento.

“La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz,
‘Giorno della Memoria’, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.”




Proprio questa mattina mi è capitato di leggere su Fabook dei commenti ignoranti e pseudo ironici su questo argomento e non posso che provare rabbia per tanta idiozia! E dimostra che la gente non capisce e quanto questa poesia sia vera :(

  " Prima vennero per gli ebrei
e io non dissi nulla perché
non ero ebreo.

Poi vennero per i comunisti
e io non dissi nulla perché
non ero comunista.

Poi vennero per i sindacalisti
e io non dissi nulla perché
non ero sindacalista.

Poi vennero a prendere me.
E non era rimasto più nessuno
che potesse dire qualcosa."


Martin Niemoeller


Se volete lasciatemi una vostra testimonianza nei commenti, ciao.

4 commenti:

  1. Complimenti per questo significativo e profondo post..A presto...Sibilla

    RispondiElimina
  2. Ciao. In realtà sono molti di più, dato che lo sterminio degli ebrei era cominciato già molti anni prima, specialmente in Ucraina. Ma, diciamo, non era stato "dichiarato". Io ci sono stata ad Auschwitz, ed è un posto che deve essere visto almeno (e dico almeno) una volta nella vita. Perché ti cambia, dentro. Dentro.

    RispondiElimina
  3. AnnaMaria questo articolo è veramente bello, quando mai si trovano blog che hanno questa profondità.
    :*

    RispondiElimina
  4. Me_capp@ grazie mille! Un bacio ^^

    Valentina@ grazie per essere passata. Io no, ma mi paicerebbe visitarlo

    Sibilla@ grazie cara, un bacio ^^

    RispondiElimina

♪♪♪♫♫♪♫♫♪♪♪